In considerazione della gravità della imprevedibile situazione attuale e in virtù della defezione di numerose aziende partecipanti a causa del timore di contagio dovuto alla diffusione del COVID19 – oltre alla prevedibile ridotta partecipazione dei visitatori – la Segreteria Organizzativa della fiera Myplant & Garden ha preso contatto con i rappresentanti della Prefettura di Milano e con Regione Lombardia per chiedere di esprimersi riguardo alle disposizioni da adottare in merito alla situazione di emergenza in atto.
Nel rispetto dell’impegno e del lavoro di tutte le parti coinvolte nella realizzazione della manifestazione, la Segreteria Organizzativa – avendo a cuore la salute di tutti gli espositori, visitatori e delle loro famiglie –, non potendo attendere ulteriormente disposizioni in merito dagli
enti preposti, intende fare chiarezza immediata e comunica a tutte le aziende espositrici, agli enti e alle associazioni di categoria il rinvio della data di svolgimento della manifestazione nel mese di settembre 2020.
Come ben capite, si tratta di una soluzione sofferta, ma dettata da contingenze davvero emergenziali e non prevedibili.
La prospettiva di settembre 2020 è la soluzione migliore per continuare, anno per anno, un percorso di crescita condiviso.

È una scelta che tiene conto in primis del senso di responsabilità di tutti.
Siamo convinti che il rinvio di Myplant possa diventare un’ulteriore occasione di crescita e sviluppo
per tutti, espositori, visitatori, partner, collaboratori.

Dal 26 al 28 febbraio non sarebbe stato così.
Continueremo a lavorare nella fiducia reciproca, perché la VI edizione di Myplant si riveli come
avrebbe dovuto e potuto essere nei prossimi giorni: un grande successo.

La Segreteria Organizzativa considera la soluzione in oggetto un’opportunità, al fine di
salvaguardare la salute, l’interesse e l’immagine delle aziende e di tutti gli enti coinvolti
nell’organizzazione della manifestazione.